Redskins Duster Homeland, Parka Uomo Nero

B01D1Y8RW4

Redskins Duster Homeland, Parka Uomo Nero

Redskins Duster Homeland, Parka Uomo Nero
  • 88% Poliestere, 12% Cotone
  • Lavare a macchina - Cold (30 ° max)
  • Stile scollo: Con cappuccio
  • Manica lunga
  • Parka
Redskins Duster Homeland, Parka Uomo Nero Redskins Duster Homeland, Parka Uomo Nero Redskins Duster Homeland, Parka Uomo Nero

Realizzare uno sportello virtuale significa anche dare la possibilità di eseguire o dare avvio a procedimenti amministrativi e offrire servizi on line, garantendo un alto  livello di interazione on line : il livello a due vie che consente all’utente di avviare on line la procedura di erogazione del servizio e soprattutto il livello di transazione, cioè la possibilità di fruire di un servizio interamente on line, incluso l’eventuale pagamento del suo costo.

Attraverso uno sportello virtuale di questo tipo, che generalmente prevede la registrazione o l’autentificazione dell’utente, grazie anche ad alcuni strumenti come la  firma digitale  o la  carta nazionale dei servizi , è possibile ottenere o inviare per esempio alcuni documenti, avviare alcuni procedimenti on line.

E’ stato battezzato Attila il flagello meteorologico che per calare sull’ Italia  con una  gelida aria artica  che nel giro di poche ore  abbatterà le temperature anche di 15°,  inaugurando così la stagione invernale con un mese di anticipo. I meteorologi prevedono anche  tempeste di vento , pioggia su tutto il Paese e neve anche in pianura e nelle grandi città del  Helly Hansen, Felpa in pile Bambino Pink Carnation
come Milano, Torino e Genova, senza risparmiare il centro Sud. Questa fase dovrebbe cominciare  questo weekend,  per intensificarsi durante l’ultima settimana del mese e protrarsi -così pronosticano le previsioni- fino al 20 dicembre.

L’alta pressione subtropicale  comincerà a retrocedere verso la Spagna, soppiantata dall’arrivo della bassa pressione dal Nord Europa. Nel frattempo lo spostamento dell’alta pressione verso l’Atlantico e l’Islanda aprirà un corridoio che lascerà campo libero all’ aria fredda polare  che calerà sull’Europa, accompagnata da  venti  molto forti che potrebbero raggiungere i  100 km/h.

Il maltempo, secondo il sito Meteo.it, comincerà a peggiorare a partire  dal Nordest e dal Friuli Venezia Giulia , con piogge e forte maltempo, che poi si estenderà su Veneto e Lombardia. Venti di tempesta soffieranno su Mar Ligure, Tirreno e mare di Sardegna, con piogge abbondanti oltre che sul Triveneto anche in Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Umbria, Campania e Calabria ionica.

Da  domenica  il vortice comincerà ad abbandonare il Nord per spostarsi al Sud, dove le temperature subiranno un drastico calo. Le temperature al Nord rimarranno basse, con minime sottozero su quasi tutte le città, fino a -20° sulle Alpi e freddo anche al centro

il manifesto in movimento. Da giovedì 11 febbraio, in edicola con il manifesto un nuovo inserto, 16 pagine a colori a 50 centesimi, dedicato all'alpinismo e alla montagna

Verben  

Giulia Monego e Bruno Compagnet alla ricerca dei couloir nascosti tra le Pale di San Martino (TN) 

© Damiano Levati

Siouxsie the BansheesMaglietta aderente da uomo, per unire le mani Bianco

11.02.2016

10.2.2016, 12:26

12.2.2016, 9:40

Un omaggio alla montagna in tante sue declinazioni: esce domani, giovedì 11 febbraio, il nuovo inserto del  manifesto “In Movimento” , dedicato all’alpinismo e alle attività  open-air , in alta e bassa quota.

Questo mese si tratta di una monografia dal Karakorum alle Alpi e agli Appennini, fino all’Antartide, passando per le emergenze climatiche, lo sci-alpinismo e le cascate di ghiaccio.

Ideato da Matteo Bartocci ed Eleonora Martini, con la consulenza editoriale di  Umberto Isman  e  Francesca Colesanti  e la realizzazione grafica di  Alessandra Barletta , l’inserto di 16 pagine a colori costa 50 centesimi, lo stesso prezzo dei nostri nuovi inserti, avrà cadenza mensile e resterà in edicola anche nei giorni successivi all’11 febbraio.

È un esperimento editoriale che nasce innanzitutto per passione, perché l’editoria e l’informazione sono fatti anche di questo, persone in carne e ossa che raccontano storie. Vissute, importanti, per scelta politica, come dice il gioco della testata «in movimento».

Dopo il successo del numero zero uscito a dicembre con  Alias il manifesto  si mette «in movimento» in un senso apparentemente diverso da quello, politico, al quale è più abituato chi ci conosce.

TBS Imapol, Polo Uomo nero noir
Lagorai. Foto Umberto Isman

È una sfida giornalistica insolita, che vuole andare oltre la solita cronaca alpinistica o i racconti specialistici. Uno sguardo alla montagna, all’alpinismo, ma più in generale allo sport, da sempre un terreno naturale dove misurare l’essere umano, i suoi sogni, i suoi limiti.

Il settore della montagna è piccolo ma con un pubblico dinamico (pessima parola per un bel concetto), curioso, attento, viaggiatore con le gambe e con la mente. Un pubblico al quale vogliamo rivolgerci, anche di lettori nuovi, diversi da quelli più abituati al nostro giornale.

Allo stesso tempo è un inserto che vuole parlare a tutti, anche e soprattutto ai non «montanari», senza perdere in approfondimento e qualità per chi «le cose già le sa». Raccontiamo la scalata su ghiaccio l’arrampicata, il Nanga Parbat e il «nostro» Gran Sasso. Siamo in tutte le edicole di Italia e di natura e montagne, per fortuna, ne abbiamo dappertutto.

Bankleitzahlen Rifugio Franchetti al Gran Sasso – foto Luca Mazzoleni

Non è una monografia specializzata, ce ne sono già tante, bellissime.

Mescoleremo l’occhio e la mano di giornalisti del  manifesto  con firme, storie ed esperienze di persone importanti in questo settore. Cercando di raccontare le cose a tutto tondo, fuori dai soliti cliché della «montagna assassina» o dell’ultima moda sulla neve.

In questo numero dedicato alle attività invernali, interviste all’alpinista  Daniele Nardi  sul Nanga Parbat e alla «regina dei ghiacci»  Tshirt Modena Park
. Articoli di firme del settore come  Simone Bobbio Marco Geri  del Cai, il fisico e «musa» dell’alpinismo romano  Gianni Battimelli , il glaciologo  Riccardo Scotti , le  vignette di Claudio «Caio» Getto . Con un reportage sullo sci-alpinismo in Bosnia di  Umberto Isman  e lo scalatore Hervé Barmasse fotografato da  Damiano Levati . Più la storia e le fotografie pazzesche di  Frank Hurley nella spedizione di Shackleton in Antartide di un secolo fa e il racconto in prima persona di  Peter Habeler  della scalata all’Everest senza ossigeno insieme a Messner nel 1978.

Ci siamo divertiti a giocare un po’ di assonanza e di contrappunto tra le varie storie in pagina. Per esempio, parlando di sci-alpinismo, abbiamo accostato due figure importanti ma diverse come   SELECTED Gilet da uomo con doppiopetto honeanton waistcoat Grigio scuro
 oggi negli Appennini e  Regali originali per uomo Alt Posto di blocco Compleanno Festa … Scuro
 sul Bianco negli anni ’80.

Due modi agli antipodi di interpretare lo stesso «sport». E sono messi uno di fronte all’altro. Non è un paragone diretto tra i due, ci mancherebbe!, ma un suggerimento indiretto all’occhio del lettore.

L’invito a vedere la stessa cosa anche da una prospettiva diversa. Che in fondo è quello che si fa quando si legge  il manifesto  e quando si sale (o si scende) una montagna.

Tom Hagan Camicia Casual A quadri Classico Maniche lunghe Uomo Burgundy/Blue